In vacanza con i bambini: i Residence in Italia

Due bambini giocano in spiaggia

Felicità e armonia sono i sentimenti che una famiglia in riva al mare, alle prese con palette e secchielli, ispira: se agli occhi di chi non ha figli questa è un'esperienza idilliaca, chi ha bambini per casa sa' che in realtà andare anche solo alcuni giorni al mare si rivela una piccola grande impresa. Infatti, si fa presto a dire "andiamo in vacanza", ma quando le giornate sono dettate dai ritmi di un neonato e per muoversi servirebbe un rimorchio le cose stanno ben diversamente.

Ecco, quindi, che per rendere più facile la vita dei genitori in vacanza negli ultimi anni sta crescendo il numero delle strutture ricettive che propongono servizi su misura per le famiglie. Più o meno tutti i residence, gli alberghi, bed and breakfast e agriturismi offrono ai loro piccoli ospiti culle per la nanna e seggioloni per la pappa, ma - come ogni genitore sa - ciò può non essere sufficiente per vivere serenamente le vacanze. Un bambino non segue orari fissi ne' per mangiare e nemmeno per dormire, quando piove non si accontenta di stare seduto nella hall dell'albergo a sfogliare una rivista e il raffreddore potrebbe non aspettare di tornare a casa prima di farsi sentire.

E così per i genitori che vogliono davvero trasformare qualche giorno fuori città in una vera e propria vacanza, le strutture ricettive propongono servizi che rispondono alle diverse esigenze: i residence per bambini sono una realtà ormai consolidata nel panorama turistico italiano e si caratterizzano per un'ampia e variegata offerta di servizi per la famiglia. Oltre a culle e seggioloni, molte strutture propongono diversi accessori indispensabili per la cura dei bambini, come vaschette per il bagnetto, scaldabiberon e luci notturne in camera, per ricreare il comfort casalingo senza partire con la casa nel baule.

In molti, poi, offrono la possibilità di richiedere la preparazione di pappe e pranzetti in orari flessibili e la disponibilità di sale pranzo appositamente dedicate ai bambini: in questo modo mamme e papà sono svincolati da rigidi orari e hanno ampio margine di libertà per riprodurre le abitudini quotidiane del mangiare anche in vacanza; laddove non ci fosse quest'opportunità, spesso c'è un servizio di animazione per i più piccoli nella sala pranzo comune, per rendere quanto più piacevole possibile il momento della pappa.

Immancabili le strutture gioco in aree esterne, in alcuni casi ci sono anche piscine baby per far familiarizzare i piccoli con l'acqua e far divertire i più grandicelli in sicurezza, lasciando mamma e papà senza pensieri. Per quando piove, ampie sale giochi al coperto permettono al bambino di trascorrere serene ore in compagnia di altri bimbi e di un ricco assortimento di giocattoli, di libri e videoteche con i loro personaggi del cuore. Non mancano poi soluzioni che prevedono la presenza di animatrici e baby sitter per l'accudimento e l'intrattenimento dei piccoli ospiti, mentre mamma e papà si godono il tanto meritato riposo, magari con un massaggio o una sessione di wellness nei locali della spa dell'albergo.

Per chi adora concedersi una bella pedalata, alcuni residence prevedono la possibilità di utilizzare biciclette comuni, dotate di seggiolini anteriori o posteriori; per una passeggiata a piedi, le strutture hanno spesso passeggini disponibili per i loro piccoli ospiti. Per i genitori più premurosi, inoltre, diversi alberghi hanno un pediatra disponibile tutti i giorni nella loro struttura, a cui la famiglia può rivolgersi per qualsiasi dubbio sulla salute del piccolo, da una piccola insolazione a un picco improvviso di febbre.

Essere genitori è il mestiere più faticoso al mondo, soprattutto quando si hanno bambini in tenera età: concedersi alcuni giorni all'anno di vero relax, contando su strutture specializzate nell'accoglienza dei bambini, è un diritto di tutte le mamme e di tutti i papà che, oltre a volersi riposare qualche giorno, desiderano avere la miglior qualità per i loro figli.